Rischi Specifici

626 Toolbox è una soluzione modulare assolutamente completa progettata per valutare i rischi da agenti chimici fisici presenti in azienda. 626 Toolbox, al suo interno, contiene più di 50 moduli funzionali distinti per valutare per esempio: il rischio chimico, il rischio rumoreil rischio vibrazioni, la movimentazione manuale dei carichi, lo stress, etc. Inoltre, tutte le valutazioni effettuate con 626 Toolbox possono essere importate (automaticamente) in 626 Express (software per la redazione del DVR elettronico).

Tutti i moduli di 626 Toolbox sono inoltre integrati in maniera trasparente dentro a 626 Express (software per la redazione assistita di documenti di valutazione del rischio).

Questo consente di condividere funzionalità (e moduli di valutazione) fra tutti i software appartenenti a 626 Suite permettendo al Cliente un forte risparmio di tempo rispetto ad analoghe soluzioni al momento presenti sul mercato.

rischio

I moduli a disposizione

Stress

Valutazione Stress - Metodo ASS

Il modulo permette di valutare i rischi collegati allo stress da lavoro correlato negli ambienti di lavoro secondo quanto stabilito dall’art. 28, comma 1 del D.Lgs. 81/08 attraverso l’applicazione di un algoritmo di calcolo con accuratezza paragonabile al metodo I.R.P. (Inventario dei Rischi Psicosociali).

Stress

Valutazione Stress - Metodo ISPESL HSE

Il modulo permette di valutare  rischi collegati allo stress da lavoro correlato negli ambienti di lavoro secondo quanto stabilito dall’art. 28, comma 1 del D.Lgs. 81/08 attraverso l’applicazione del metodo ISPESL HSE per aziende fino ad un massimo di 50 lavoratori.

Stress

Valutazione Stress - Metodo ISPESL

Il modulo permette di valutare rischi collegati allo stress da lavoro correlato negli ambienti di lavoro secondo quanto stabilito dall'art. 28, comma 1 del D.Lgs. 81/08 attraverso l'applicazione del metodo proposto dal "Network Nazionale ISPESL per la Prevenzione del Disagio Psicosociale nei Luoghi di Lavoro".

campo elettromagnetico

Campi elettromagnetici

Il modulo permette di effettuare la valutazione del rischio dovuto all'esposizione ai Campi Elettromagnetici secondo quanto stabilito dal D.Lgs. 81/08 (Titolo VIII, Capo IV), dalla Legge 36/01, dal CEI 106-11, CEI 211-6, CEI 211-7, dal UNI CEV ENV 13005 e dalle Linee guida ISPESL.

sole

Radiazioni solari

Il modulo permette di effettuare la valutazione del rischio relativamente all’esposizione dei lavoratori a radiazioni ultraviolette (UV) emesse dal sole secondo quanto previsto dalla EN 14255-1, dalla EN 14255-4, dal CIE 17.4 e dalla ISO/CIE 17166.

alcol

Rischio alcol e sostanze stupefacenti

Il modulo permette di valutare rischi collegati all’assunzione di alcol e droghe da parte dei lavoratori secondo quanto previsto dagli art.li 17, 18, 25, 26, 36, 37 e 50 del D.Lgs. 81/08. Il metodo di calcolo è basato su quanto previsto dalle circolari emanate dalla Regione Lombardia il 22/01/2009 e il 22/09/2009, sull’intesa Stato-Regioni del 2006 sull’alcol e del 2007-2009 sulle sostanza stupefacenti.

alarm

Rischio scariche atmosferiche

Il modulo permette di valutare il rischio da scariche atmosferiche secondo quanto previsto dall'art. 29 del D.Lgs. 81/08 e dalla norma CEI EN 62305:13. Il modulo determina, in automatico, la tollerabilità del rischio, e le relative misure di protezione da adottare, permettendo inoltre un inserimento facilitato attraverso l'utilizzo di un'ampia banca dati con il numero medio di fulminazione annue per ben 8.086 comuni.

videoterminale

Lavoro al videoterminale

Il modulo permette di valutare i rischi dovuti all’utilizzo di attrezzature munite di videoterminale secondo quanto stabilito dal Titolo VII del D.Lgs. 81/08 (art. 174 e Allegato XXXIV).

antincendio

Carico di incendio

Il modulo permette di calcolare il carico di incendio degli edifici con un numero illimitato di locali secondo quanto stabilito dal D.Lg.s 81/08, dal D.M. del 10/03/1998 e dal D.M. 09/03/2007 attraverso l'utilizzo di un'ampia banca dati interna facilmente espandibile.

madri

Lavoratrici madri

Il modulo permette di effettuare la valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza delle lavoratrici in gestazione, post-parto, in allattamento o madri adottive/affidatarie secondo quanto stabilito dal D.Lgs. 151/01 e dall’art. 183 del D.Lgs. 81/08.